Love for Nature

www.ollylove.it

LEZIONE XVI
LA DIETA DI TRANSIZIONE (CONTINUA)

Vorrei ricordarti un'ultima volta che in natura nessun animale combina cibi lavorati, sofisticati e innaturali e nessun animale beve fra un boccone e l'altro. Solo gli animali domestici lo fanno, perché sono stati civilizzati dall'uomo moderno.
Capirai quindi che tutti quelli scienziati che pubblicano libri costosissimi di qua e di là, e che ci tengono a diffondere che la loro speciale dieta “super combinata e sofisticata” è la sola funzionante, sono tutti fasulli: l'unica dieta valente e perfettamente funzionante è quella di sola frutta (e verdura, almeno finché il corpo non è perfettamente purificato). Vedrai che se segui questa alimentazione per un bel po' di tempo, se ti purifichi al meglio, ti sentirai soddisfatto anche solo con un frutto, buono e fresco, e di niente altro. Altro che i cibi super raffinati della massa! Ti appesantiscono e ti danneggiano e basta, non puoi negarlo.

RICETTE SPECIALI DI TRANSIZIONE:

  • VERDURA E FRUTTA
    PER UNO STOMACO IN CATTIVE CONDIZIONI (mucoso o acido): aumenta la quantità di verdura e diminuisci la quantità di frutta;
    grattugia delle carote (o barbabietole o sedano), aggiungi delle banane tagliate finemente e un po' di uva passa o fichi secchi. NON MESCOLARE MAI LA FRUTTA SECCA CON QUELLA FRESCA.

    PER UNO STOMACO IN MIGLIORI CONDIZIONI: puoi tranquillamente consumare più frutta che verdura; taglia delle mele a fette e aggiungi delle carote (o barbabietole o sedano) grattugiate; puoi aggiungere uva passa, fichi secchi e miele per rendere la combinazione più efficiente nell'eliminare il muco.
    Può essere pericoloso esagerare con l'aggressività delle combinazioni, poiché la frutta scioglie il muco, lo agita e forma gas. Per questo è meglio cominciare la dieta con della frutta cotta, o almeno cruda e cotta insieme, e fare largo uso di verdure cotte piuttosto che crude.

  • SOSTITUTO PER UN PASTO TRADIZIONALE
    Se stai attraversando quel periodo iniziale dove spesso entri in crisi e provi un forte desiderio per certi cibi innaturali, puoi provare questo piatto, forse troppo ricco, ma soddisfacente per il tuo palato affamato:
    del cocco grattugiato mescolato con composta di mele, prugne cotte o albicocche; banane molto mature cotte in forno, noci grattugiate o altra crema di noci.
    Poiché le noci sono particolarmente ricche di proteine, è consigliato consumare un pasto come quello appena descritto una volta ogni tanto, solo se si è molto molto affamati e la semplice verdura non è sufficiente.

  • VERDURE “COTTE” MIGLIORATE
    Dovrebbe essere usato solo UN tipo di verdura cotta in un pasto, da mescolarsi con altra verdura cruda. Se fai bollire le verdure in pochissima acqua, o se le cuoci in forno (non troppo, non da seccarle), noterai che diventano più dolci: questo perché i carboidrati si trasformano in fruttosio; facendo così si migliorano le verdure, senza perdere i sali minerali.
    Una delle cose più importanti in una dieta di transizione è il progressivo cambiamento di sapore degli alimenti: la verdura cotta dolce e la frutta stufata soddisfaranno il palato del consumatore di massa; adeguandosi lentamente a questi sapori, arriverà al punto di non dover più cuocere certi alimenti e si sazierà di questi anche crudi.

  • RICETTE SPECIALI PER “ELIMINARE IL MUCO”
    Mastica per bene insieme uva passa, fichi o frutta secca con cipolle crude; oppure puoi provare con il rafano grattugiato, addolcito con miele; oppure il ravanello (meglio quello nero) tagliato a fettine e mescolato con l'insalata.

  • RICETTA SPECIALE PER DISSOLVERE MUCO INDURITO E ACIDO URICO
    Questa particolare ricetta non è consigliabile a chi ha lo stomaco pieno di muco, ma è in grado di guarire perfino una persona paralizzata da anni:
    spremere a fondo quattro limoni; grattugiare la buccia di un limone e aggiungerlo al succo; addolcire con miele o zucchero grezzo di canna.

  • CONDIMENTI
    Ci sono tanti condimenti possibili:
    • olio d'oliva con succo di limone;
    • un cucchiaio di burro di arachidi o di altre noci, sciolto nell'acqua e con un po' di succo di limone;
    • maionese fatta in casa con succo di limone al posto dell'aceto (ma solo durante la dieta di transizione);
    • sugo di pomodoro fatto in casa, o conserva senza additivi.

  • BEVANDE
    Durante la dieta di transizione potrai avvertire molta sete, perché le sostanze che dissolvi nel corpo sono salate. Puoi dissetarti a fondo con una bella limonata fresca, addolcita con miele o zucchero di canna.
    Tutti i succhi di frutta, senza additivi e zucchero aggiunto ovviamente, sono ottimi, e il migliore è il succo di mela.
    Il caffè, tutti i tipi di caffè, può essere consumato durante la dieta di transizione.

SUPPLEMENTO ALLE COMBINAZIONI E AI MENU DELLA DIETA DI TRANSIZIONE:

  • una bevanda al mattino;
  • pranzo: uno o due tipi di frutta;
  • cena: verdure povere o assenti di muco.

Questo menu porta un uomo medio sano in migliori condizioni.
Se invece si dovesse trattare di pazienti che hanno assunto grandi quantità di farmaci, il menu “standard” non è sufficiente: è necessario che la dieta venga continuamente variata a seconda della situazione del paziente, per eliminare più o meno rapidamente i veleni e sempre sotto stretto controllo. Se le tossine dei farmaci vengono mobilitate troppo rapidamente, il paziente rischia di sentirsi molto male, di avere battiti cardiaci molto elevati, persino la tachicardia. È molto pericoloso in questi casi esagerare con combinazioni di frutta e verdura potenti e intense, rischiando di danneggiare maggiormente la salute della persona.
Capirai quindi che il sistema di guarigione della dieta senza muco non è una stupidata che chiunque può intraprendere; si tratta di un'alimentazione seria, che può guarire senza alcun problema diversi casi di malattia, che può indurre ad una temporanea sofferenza in caso di malattie più gravi, e che può risultare dannosa se seguita in maniera vaga e disorientata. Per questo continuo a ripeterti che non basta sapere COSA mangiare.
Ovviamente ci vuole del tempo affinché il tuo corpo si purifichi completamente. È proprio come fare le pulizie di casa: un conto è dare una passata veloce e superficiale (come quando mangi tanto e cibi innaturali e poi mangi un po' di verdura); un conto è cominciare dall'inizio, prendere in mano tutta la casa da cima a fondo e pulire per bene, con sostanze che garantiscono la pulizia senza sporcare (la dieta di frutta e verdura, senza altri alimenti che “sporcano” di nuovo il corpo). Non devi avere fretta, non puoi pretendere di sentirti meglio in poco tempo esagerando con le miscele e menu raffinati: così non otterrai mai la guarigione completa e la salute superiore; devi sapere aspettare, avere pazienza e costanza.

RICETTE CHE CREANO POCO MUCO:

  • Se mangi alimenti amidacei (come le patate), stai seguendo una dieta povera di muco. Questi alimenti possono diventare meno dannosi (poiché l'amido è muco-formante e si “appiccica” alle pareti del corpo) se li cuoci bene in forno. Ad esempio, più tosti le patate e il pane, meno diventano amidacei.
  • I cereali andrebbero consumati ben tostati: diventano così un'ottima “scopa” intestinale e assumono un sapore dolciastro gradevole.
  • Anche il riso è muco-formante: forma una bella colla. Se lo lasci una notte intera nell'acqua, dopo lo puoi friggere un po', o cuocere in forno, rendendolo innocuo e saporito.

UNA RICETTA PER IL PANE CON POCO MUCO:

Mescola farina di frumento grezzo di crusca o farina integrale con delle carote crude grattugiate; usa poca farina bianca, quel che basta per formare l'impasto, e aggiungi delle mele grattugiate, noci macinate e uvetta, se lo desideri. Cuoci lentamente in forno, ma completamente, oppure consumalo ben tostato.

In questa lezione hai appreso che:
  • in natura, tutti gli animali (tranne quelli domestici) mangiano solo un tipo di cibo, senza combinazioni varie, e non bevono durante il pasto;
  • se hai uno stomaco ricco di muco, è meglio se consumi più verdura che frutta; se il tuo stomaco è in migliori condizioni, puoi mangiare più frutta che verdura;
  • se durante la tua vita hai fatto largo uso di farmaci, non devi assolutamente insistere con una dieta aggressiva: rischi di danneggiare il tuo corpo, perché i veleni dei medicinali vengono smossi troppo rapidamente, causando fastidi al tuo cuore e facendoti stare male;
  • gli alimenti amidacei (come le patate e tutti i tipi di farina) possono essere resi innocui se li tosti per bene;
  • quando il tuo corpo sarà ben ripulito e rigenerato, noterai che ti sentirai sazio e soddisfatto anche solo di un buon frutto fresco.