Love for Nature

www.ollylove.it

LEZIONE VII
LA NUOVA FISIOLOGIA (CONTINUA)

CIBI ALTAMENTE PROTEICI:

Da anni si pensa che quando una persona si sente debole, si stancasse rapidamente, fosse esaurita o malata, dovesse assumere grandi quantità di cibi proteici, come la carne. Ma gli alimenti ricchi di proteine agiscono da stimolanti per un breve periodo, poiché si decompongono in tossine ad alte temperature, come quella del corpo. Hai presente quando lasci lì una bistecca in estate con 30 gradi? Allora saprai benissimo cosa succede poco tempo dopo.
Tutte queste teorie non sono state intuite, ma testate e non da una persona sola: sono frutto di esperimenti di parecchi professori, tra cui Chittenden, Hindede, Fletcher e Ehret naturalmente. Tutti loro hanno dimostrato chiaramente che gli alimenti poveri o assenti di proteine, come la frutta, sviluppano una grandissima energia ed un'alta resistenza.
Ma non dimenticare che le proteine, così come vengono formate dalle cellule, sono composte in particolare da azoto e ossigeno: basterebbe quindi assumere grandi quantità di azoto e ossigeno per avere tutto ciò di cui il corpo ha bisogno; basterebbe cioè anche solo respirare aria; peccato che questo sia possibile solo in un corpo perfettamente libero da materiale di rifiuto (come accade al “fachiro” indù).

In questa lezione hai appreso che:
  • se una persona è debole o malata, è dannosissimo nutrirla con cibi altamente proteici;
  • le cellule non hanno bisogno di proteine, poiché le producono già loro (a che servirebbe portare un paio di scarpe in una fabbrica che produce scarpe?);
  • i cibi altamente proteici sono la primaria causa di malattie e di degenerazione dell'uomo.